BAGNO quale colore scegliere?

Ogni volta che scavalco l’uscio di un nuovo appartamento, mi domando sempre come sarà il bagno, quali colori, sanitari e arredi abbia.  

Infondo la domanda più frequente che i miei clienti mi pongono durante una ristrutturazione è proprio “devo rifare il bagno quale colore scegliere?”

Nonostante siano le stanze più piccole delle case, i bagni sono sempre stati uno dei più impegnativi e critici da progettare. Gli ultimi anni, tuttavia, hanno visto questi spazi subire notevoli cambiamenti. Ciò che una volta era limitato a funzionalità, facilità di manutenzione e privacy, ora ha un carattere forte con tocchi di colore, infissi importanti e superfici modellate. 

Ogni volta che scavalco l’uscio di un nuovo appartamento, mi domando sempre come sarà il bagno, quali colori, sanitari e arredi abbia.  

Infondo la domanda più frequente che i miei clienti mi pongono nel bel mezzo di una ristrutturazione è proprio “di che colore vedresti il mio bagno?”

Nonostante siano le stanze più piccole delle case, i bagni sono sempre stati uno dei più impegnativi e critici da progettare. Gli ultimi anni, tuttavia, hanno visto questi spazi subire notevoli cambiamenti; ciò che una volta era limitato a funzionalità, facilità di manutenzione e privacy, ora ha un carattere forte con tocchi di colore, infissi importanti e superfici modellate. 

REIMMAGINARE IL BAGNO: un cambiamento sociale!

Nel corso degli anni, i bagni sono stati visti come spazi puramente funzionali rigorosamente programmati per l’igiene e la privacy. Diventando più piccolo e più pratico. La doccia pratica e salvaspazio è stato spesso considerata la norma, portando la vasca all’obsolescenza o come un lusso aggiuntivo per chi ha spazio extra. 

Di recente, tuttavia, poiché i cambiamenti dello stile di vita guidati dalla pandemia hanno posto il benessere come una priorità assoluta. La nozione di bagno come santuario ha davvero preso piede. I bagni contemporanei sono stati così reinventati, spostandosi verso spazi aperti di relax, comfort e recupero. E le vasche, con la loro intrinseca natura meditativa, sono tornate alla ribalta.

PROGETTARE: Come procedere dunque per scegliere i colori del bagno?

Le prime fasi del processo creativo di un nuovo bagno includono la raccolta di ispirazioni e tendenze per aiutarti a scegliere la combinazione di colori. Il primissimo passo in questo processo progettuale è sempre la creazione di un moodboard. Si tratta di una sorta di collage virtuale o tangibile che riassume le sfumature di colore e le finiture da utilizzare nel bagno. Questo moodboard sarà a sua volta ispirato da uno stile di interior design.

Scegliere i colori per un bagno non è affatto semplice e veloce. Devono soddisfare i gusti e le esigenze individuali, certo, ma le tendenze ed i vincoli architettonici non possono essere dimenticati.

Cosa significa questo? Ad esempio, che la scelta dei colori per un bagno piccolo sarà diversa dalle tonalità per una stanza di dimensioni maggiori. I criteri per impostare la combinazione di colori per un bagno senza finestre saranno diversi da quelli utilizzati in un bagno con molta luce naturale. Il colore può essere usato come trucco visivo per cambiare la percezione della stanza da bagno, modificandone le proporzioni apparenti o mascherando eventuali difetti strutturali.

ECLETTICO, MINIMALISTA, CONTEMPORANEO: il carattere di un bagno cambia con il colore delle sue piastrelle!

Osare non vuol dire colorare un’intera stanza di rosa intenso, persino io sarei in disaccordo, o usare sanitari giallo limone, ma allinearsi con quei colori che ci rispecchiano, che sono in accordo con la cromoterapia, inserendoli con metodo e abbinandoli ad una base chiara. Quindi ritorniamo alla domanda iniziale: Bagno quale colore scegliere?

Ho creato delle moodboard che raccolgono alcuni bagni dove il colore è decisamente presente, ma viene utilizzato con delicatezza, lasciando a questa stanza l’equilibrio ed il senso di quiete che necessita.

Ginger e fango
Il successo dei colori che girano attorno alle pietre naturali chiare, e quindi al grigio, al beige e al bianco è prettamente a scopo coordinativo, poiché funge da appoggio ad altre tinte. Le trame e le gamme del perla hanno generato un forte senso di tranquillità nell’arredamento del bagno contemporaneo, soprattutto in questo periodo culturale in cui, per fortuna, c’è una forte sensibilità per l’ambiente. Nascono quindi gamme nuove, leggere, che seguono le tendenze e la natura. Ritroviamo infatti i blu, i rossi e i verdi dei laghi, dei ruscelli e degli stagni, le tonalità più chiare del verde muschio e dei marroni legnosi che legano bene con grandi quantità di bianco e nero.

Giallo curcuma
Non per forza occorre essere audaci, ma è un comportamento che aiuta molto nella scelta di tinte così decise. Si crede erroneamente che un colore intenso non sia adatto per il bagno di casa o che lo sia, al contrario, solo nel caso di locali pubblici, ma vi posso assicurare che le stanze gialle che ho toccato con mano sono state una vera rivelazione, in senso positivo. Gli abbinamenti con le tinte calde e neutrali, come il fango ed il tortora, sono ottimi: può essere la fuga della piastrelle, il colore degli accessori oppure un radiatore. Oppure abbinato ad un pavimento in bianco e nero si ottiene un ambiente molto accogliente, di grande dinamicità senza tralasciare l’eleganza.

Inoltre, senza andare su gradazioni troppo brillanti, si ottengono pareti eccezionali su tinte più smorzate, che rievocano lo stile bohémien.

Ginger e fango
Il successo dei colori che girano attorno alle pietre naturali chiare, e quindi al grigio, al beige e al bianco è prettamente a scopo coordinativo, poiché funge da appoggio ad altre tinte. Le trame e le gamme del perla hanno generato un forte senso di tranquillità nell’arredamento del bagno contemporaneo, soprattutto in questo periodo culturale in cui, per fortuna, c’è una forte sensibilità per l’ambiente. Nascono quindi gamme nuove, leggere, che seguono le tendenze e la natura. Ritroviamo infatti i blu, i rossi e i verdi dei laghi, dei ruscelli e degli stagni, le tonalità più chiare del verde muschio e dei marroni legnosi che legano bene con grandi quantità di bianco e nero.

Giallo curcuma
Non per forza occorre essere audaci, ma è un comportamento che aiuta molto nella scelta di tinte così decise. Si crede erroneamente che un colore intenso non sia adatto per il bagno di casa o che lo sia, al contrario, solo nel caso di locali pubblici, ma vi posso assicurare che le stanze gialle che ho toccato con mano sono state una vera rivelazione, in senso positivo. Gli abbinamenti con le tinte calde e neutrali, come il fango ed il tortora, sono ottimi: può essere la fuga della piastrelle, il colore degli accessori oppure un radiatore. Oppure abbinato ad un pavimento in bianco e nero si ottiene un ambiente molto accogliente, di grande dinamicità senza tralasciare l’eleganza.

Inoltre, senza andare su gradazioni troppo brillanti, si ottengono pareti eccezionali su tinte più smorzate, che rievocano lo stile bohémien.

Rosa polvere
Il rosa polvere è un colore intramontabile che bene si adatta a tutti gli ambienti della casa. Il bianco e il nero, ancora una volta, fanno da compagni ideali del colore neutro e quasi materico.

Gli impolverati, come li chiamo io, sono un evergreen che non stancano mai.

Blu seta
Il blu è riconosciuto come il colore dell’eleganza, specialmente nei suoi toni che si avvicinano alle tinte chiare per non penalizzare il bagno dal punto di vista della luce.

Nella stanza da bagno diventa quasi un colore neutro. Evoca l’acqua, ed ha un effetto di rilassamento, positivo per chi si trova nella stanza. Bisogna ricordarsi che è l’ambiente che, seppur utilizziamo meno rispetto al resto della casa, ci accoglie la mattina al risveglio e ci saluta prima del sonno serale. Occorre sceglierlo quindi con attenzione. Le sfumature sono infinite, ed alcune gamme consentono di portarlo a trasformarsi spesso in un colore caldo.

Verde menta
Si presenta molto delicato se desaturato, rimane sempre elegante, rimanendo una scelta comune che non stanca mai.

Il verde si abbina bene ai marmi e agli ori, questo lo rende perfetto per un utilizzo sia contemporaneo che classico, scegliendo sanitari più o meno squadrati, piastrelle diamantate oppure resine opache.

IN DEFINITIVA: Scegliere i colori del bagno senza pentirsene!

Un consiglio universale è quello di non seguire ostinatamente le mode passeggere o i trend temporanei, riflettendo bene sui propri gusti e lasciandosi andare al proprio istinto.

C’è un colore ideale e diverso per ognuno di noi!

Ad ogni modo, per essere aggiornati sulle tendenze per i colori del bagno è utile seguire le manifestazioni di maggiore interesse per il settore arredo bagno, come il Cersaie o il Salone del Bagno.

Marianna De Paola

Ingegnere Architetto Designer

Continuando a navigare su addessoliving.it, accetti le condizioni per il trattamento dei dati, descritte nella privacy policy. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate per "consentire i cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.

Chiudi